Organi

Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto da 12 membri così ripartiti:

  • 6 in rappresentanza di SISTEMA IMPRESA
  • 3 in rappresentanza di FESICA-CONFSAL
  • 2 in rappresentanza di CONFSAL-FISALS
  • 1 in rappresentanza di CONFSAL

Spetta al Consiglio Direttivo:

  • eleggere il Presidente e il Vice Presidente
  • provvedere all’approvazione dei bilanci consuntivi e preventivi dell’E.BI.TE.N.
  • approvare i regolamenti interni all’E.BI.TE.N.
  • deliberare le iniziative per l’attuazione degli scopi di cui all’art.6 dello Statuto
  • deliberare in ordine all’eventuale compenso per amministratori e sindaci
  • svolgere tutte le altre attività ad essa demandate dallo Statuto
  • nominare il Comitato Esecutivo

Comitato Esecutivo

Il Comitato Esecutivo si compone di 6 membri scelti tra i componenti del Consiglio Direttivo così ripartiti:

  • il Presidente del Consiglio Direttivo
  • Il Vice Presidente del Consiglio Direttivo
  • 2 consiglieri nominati da Sistema Impresa
  • 2 consiglieri nominati dalle organizzazioni dei lavoratori socie dell’Ente

Spetta al Comitato Esecutivo:

  • vigilare sul funzionamento di tutti i servizi tecnici e amministrativi
  • vigilare sul funzionamento delle iniziative promosse da E.BI.TE.N. e riferire al Consiglio Direttivo
  • provvedere alla relazione dei bilanci consuntivi e preventivi dell’E.BI.TE.N.
  • assumere o licenziare il personale dell’E.BI.TE.N. e regolamentarne il trattamento economico
  • predisporre i regolamenti interni dell’E.BI.TE.N. e sottoporli all’approvazione del Consiglio Direttivo
  • proporre al Consiglio Direttivo le iniziative per l’attuazione degli scopi di cui all’Art.6 dello Statuto
  • promuovere provvedimenti amministrativi e giudiziari nell’interesse dell’E.BI.TE.N.
  • stabilire la misura degli interessi di mora da corrispondersi da parte degli Enti Bilaterali Regionali e Territoriali in caso di ritardato pagamento
  • riferire al Consiglio Direttivo in merito alle proprie delibere

Presidente

Il Presidente dell’E.BI.TE.N. viene eletto dal Consiglio Direttivo fra i Consiglieri effettivi rappresentanti le Organizzazioni Sindacali dei Datori di Lavoro.

Spetta al presidente dell’E.BI.TE.N.:

  • rappresentare l’E.BI.TE.N. di fronte ai terzi e stare in giudizio
  • promuovere le convocazioni ordinarie e straordinarie del Consiglio Direttivo e presiederne adunanze
  • presiedere le riunioni del Consiglio Direttivo e del Comitato Esecutivo
  • sovraintendere all’applicazione del presente Statuto
  • dare esecuzione alle deliberazioni del Consiglio Direttivo e del Comitato Esecutivo
  • svolgere tutti gli altri compiti ad esso demandati dal presente Statuto o che gli vengano affidati dal Consiglio Direttivo
  • il Presidente ha la firma sociale

Vice Presidente

Il Vice Presidente dell’E.BI.TE.N. viene eletto dal Consiglio Direttivo tra i Consiglieri effettivi rappresentanti le Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori. Il Vice Presidente coadiuva il Presidente nell’espletamento delle sue mansioni e lo sostituisce in caso di assenza.

Relativamente alla durata della carica, valgono le stesse disposizioni stabilite per il Presidente.

Collegio dei Sindaci

Il Collegio dei Sindaci è composto di 3 componenti effettivi così designati:

  • 1 dalle organizzazioni dei Datori di Lavoro
  • 1 dalle organizzazioni dei Lavoratori
  • 1 scelto di comune accordo

I Sindaci esercitano le attribuzioni ed hanno i doveri di cui agli art.2403,2404 e 240.7 C.C. in quanto applicabili. Inoltre devono riferire immediatamente al Consiglio Direttivo le eventuali irregolarità riscontrate durante l’esercizio delle loro funzioni.

Composizione organi vigente

Consiglio Direttivo

  • in rappresentanza FESICA CONFSAL:
  1. BRUNO MARIANI
  2. EMILIO FATOVIC
  3. PASQUALE INVERNO
  • in rappresentanza CONFSAL FISALS
  1. FRANCESCO CAGNASSO
  2. FILIPPO PALMERI
  • in rappresentanza CONFSAL
  1. SALVATORE PIROSCIA
  • in rappresentanza SISTEMA IMPRESA
  1. ALBERTO BERTOLOTTI
  2. ENRICO ZUCCHI
  3. GIUSEPPE LAMPITELLI
  4. BELLINO ELIO PANZA
  5. ROBERTO GARAVINI
  6. BERLINO TAZZA

Comitato Esecutivo

  • nominato da FESICA CONFSAL

BRUNO MARIANI

  • nominato da CONFSAL FISALS

FILIPPO PALMERI

  • nominato da CONFSAL

EMILIO FATOVIC

  • nominati da SISTEMA IMPRESA

ENRICO ZUCCHI
BERLINO TAZZA
BELLINO ELIO PANZA

Presidente: ZUCCHI ENRICO

Vice Presidente: MARIANI BRUNO

Come aderire

SEI UN'AZIENDA o uno studio di consulenza?
Registra l'adesione via web direttamente
dal portale MYEBITEN e compila la scheda anagrafica dell’impresa.

ACCEDI A MY EBITEN

Sei un lavoratore?
L’iscrizione dei lavoratori dipendenti avviene automaticamente
con il versamento del primo contributo che deve essere effettuato
tramite F24, codice “ENBI” e l’invio all’INPS del relativo file Uniemens.
L’INPS, in base alla convenzione sottoscritta con EBITEN, trasmetterà
i dati all’ente formalizzando le iscrizioni e la regolarità contributiva.
Modalità di versamento
Per tutte le informazioni sulle modalità di versamento
vai alla pagina: come aderire


Ulteriori informazioni
tel: 0373 476054
email: info@ebiten.it

Ultime News

13-10-2017
lavoratori autonomi – Collegato fiscale: taglio dei contributi al 50%
In arrivo, con il Collegato fiscale alla legge di Bilancio per il 2018, nuove misure di alleggerimento del costo del lavoro anche autonomo. Allo studio del Governo infatti c’è l’ipotesi di una riduzione del 50 per cento dei contributi dovuti dai “giovani” lavoratori autonomi nei primi anni di attività, probabilmente tre. La misura favorisce i forfettari iscritti alla Gestione separata INPS e privi di Albo e di Cassa. Il taglio della contribuzione previdenziale per tali professionisti, oltre a favorire l’avviamento di nuove attività, garantirebbe una maggior equità al sistema previdenziale. Occorre, però, fare attenzione: la riduzione dei contributi non deve penalizzare l’anzianità contributiva dell’iscritto alla Gestione. Il maxi-decreto fiscale che accompagnerà la legge di Bilancio 2018 dovrebbe prevedere misure di alleggerimento del costo del lavoro, anche autonomo. I tecnici del Governo stanno, infatti, valutando le risorse che sarebbero necessarie per una riduzione del 50 per cento dei contributi dovuti dai lavoratori autonomi nei primi anni di attività, probabilmente tre. La misura si affiancherebbe al programmato sgravio del 50 per cento che dovrebbe essere riconosciuto in caso di assunzione a tempo indeterminato di giovani fino a 29 anni. Sembra essere infatti tramontata l’ipotesi di innalzare la soglia di età a 32 anni, e i 29 anni saranno probabilmente anche il limite per il riconoscimento della riduzione dei contributi per i lavoratori autonomi.

Newsletter

iscriviti alla newsletter
Per rimanere sempre informato sul mondo EBITEN