30 Marzo 2021

Crisi del Covid, un patto per rilanciare Pmi e lavoro

PALERMO – La Regione Siciliana sottoscrive il Protocollo d’Intesa con Sistema Impresa Sicilia e Confsal Sicilia e Fesica Confsal Sicilia dicendo sì al progetto Prospettiva Lavoro elaborato dalle parti sociali nazionali per garantire aziende e lavoratori contro gli effetti negativi della pandemia.

 

La firma dell’accordo è avvenuta a Palermo, nella sede del dipartimento delle attività produttive.

Erano presenti l’assessore regionale avv. Girolamo Turano, il presidente della confederazione nazionale Sistema Impresa Berlino Tazza, il presidente della federazione regionale Sistema Impresa Sicilia, Giovanna Ciralli, il delegato di Confsal Sicilia Vincenzo Catalano,  il delegato di Fesica Sicilia Bartolomeo Walter Alagna e il presidente di Ebiten Sicilia Vito Campo.

 

Sistema Impresa e Confsal hanno elaborato il progetto “Prospettiva Lavoro” per sostenere imprenditori e dipendenti in un percorso mirato ad ottenere la qualifica di “Covid-Impresa Protetta” da parte di un ente che asseveri il modello di organizzazione e di gestione (MOG) ed il Sistema di Gestione della Sicurezza sul Lavoro (SGSL). L’obbiettivo è minimizzare la possibilità di contagio del virus all’interno dell’azienda e verso terzi.

 

«La volontà di Regione Siciliana – dichiara il presidente di Sistema Impresa Berlino Tazza- di condividere una importante progettualità che abbiamo sviluppato insieme al sindacato Confsal nel tentativo di dare una risposta concreta alle imprese e ai loro dipendenti per ottenere la migliore tutela contro il Covid, è un passaggio strategico e prodromico alle ulteriori fasi attuative. Per diffondere e rendere davvero utile la qualifica di “Covid-Impresa Protetta” è infatti indispensabile una forte partnership istituzionale quale è quella che Regione Siciliana ha fornito riconoscendo il valore della nostra azione. Ora siamo pronti a proseguire nella collaborazione sviluppando tutte le potenzialità di un nuovo ed efficace strumento che continua a configurarsi come irrinunciabile per le imprese ai fini del superamento definitivo della fase emergenziale e in prospettiva della vera e propria ripartenza».

 

«Il Progetto Prospettiva Lavoro – afferma il segretario di Confsal Margiotta – rappresenta un modello che non solo ha la funzione di incentivare le condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ma fornisce alle imprese un modello di riferimento, aiutandole nella difficile battaglia contro il Covid. La firma dell’accordo dimostra che la nostra proposta risulta sovrapponibile alle politiche espresse dalla Regione Siciliana. Una convergenza che unisce il mondo delle istituzioni e del sindacato creando sinergie utili per risolvere le criticità del presente e affrontare le sfide del futuro».

 

«Prospettiva Lavoro – afferma il delegato di Confsal Sicilia Vincenzo Catalano – aiuta le imprese nell’ estenuante battaglia contro il Covid e migliora le condizioni dei dipendenti. L’adozione di protocolli per la sicurezza, aggiornabili e modificabili, rende possibile la vera e propria ripartenza di tutte le attività produttive. Un doveroso ringraziamento all’assessore regionale che ha creduto in questo progetto».

 

«Ringraziamo l’assessore alle attività produttive – commenta il delegato di Fesica Sicilia Bartolomeo Walter Alagna – per la disponibilità alla sigla dell’accordo e soprattutto per la sensibilità mostrata in tema di salute e sicurezza e nei confronti di tutti i lavoratori che continuano ad esercitare il proprio ruolo in azienda».

 

«Siamo orgogliosi – commenta Giovanna Ciralli, presidente di Sistema Impresa Sicilia – di aver reso concreta e attuabile una nobile progettualità confederale come Prospettiva Lavoro anche in Sicilia. Dobbiamo fronteggiare l’espandersi della pandemia e contestualmente continuare a lavorare e riaprire quanto prima tutte le attività produttive. Il tema della sicurezza in azienda sta diventando cruciale e Sistema Impresa sta caratterizzando la sua azione in tal senso, creando le condizioni concrete per la ripartenza»

 

«Siamo estremamente soddisfatti della sigla dell’Accordo con Regione Siciliana – ribadisce Vito Campo, presidente di Ebiten Sicilia – e il ruolo dell’ente bilaterale nel progetto Prospettiva Lavoro è di fondamentale importanza in quanto asseveratori di modelli di MOG in azienda. Mutuando le linee guide di Ebiten Nazionale, anche in Sicilia stiamo promuovendo tutti i servizi legati alla salute e sicurezza per imprese e lavoratori. Di recente abbiamo orgogliosamente avviato una proficua collaborazione con Inail Sicilia e oggi, con la sigla dell’Accordo di Sistema Impresa e Confsal, nostre parti sociali con Fesica Confsal e Confsal Fisals, aggiungiamo un importante tassello che conferma la nostra efficace e proficua attività in tema di sicurezza su tutto il territorio regionale»

«L’attività di informazione e diffusione dei MOG sta proseguendo con successo – commenta Matteo Pariscenti, direttore generale di Ebiten – e la sigla del Protocollo con Regione Siciliana rappresenta un traguardo importante. Le nostre articolazioni regionali lavorano assiduamente per migliorare i livelli di salute e sicurezza nelle aziende, condizione indispensabile, oggi  più che mai, per garantire lavoro e riapertura di ogni attività produttiva».