28 febbraio 2018

CONFSAL – nasce la Consulta nazionale dei lavori

27-02-2018, nel corso del convegno Confsal su Lavoro, sviluppo economico e crescita sociale, è stata annunciata la nascita della Consulta Nazionale dei Lavori che sancisce l’alleanza sociale tra sindacato e impresa: una inedita lobby a tutela di tutti i lavori, dipendente, autonomo e imprenditoriale, e a difesa della ricchezza prodotta dal lavoro. Vi partecipano le Confederazioni indipendenti, le associazioni imprenditoriali che abbiano sottoscritto con esse un Ccnl tra cui SISTEMA IMPRESA, le istituzioni pubbliche preposte alle questioni economiche e sociali e gli enti privati impegnati nella realizzazione di servizi per i lavoratori e le imprese, quali fondi interprofessionali e enti bilaterali.

Nel suo intervento il segretario generale della Confsal, Angelo Raffaele Margiotta, ha dichiarato: “A chi ci attacca rispondiamo alzando l’asticella con una nostra proposta culturale, convinti che il sindacato possa dare oggi un grande contributo alla crescita sociale. Lo facciamo come sindacato professionale che promuove la formazione sia dei propri rappresentanti sia dei lavoratori e punta a una contrattazione di qualità. Di fronte alla crisi di rappresentanza, che oggi riguarda anche i datoriali, proponiamo una nuova offerta sindacale per i lavoratori e per le imprese, l’offerta della Confsal, una confederazione atipica che trova non nell’ideologia ma in un nucleo valoriale forte – la centralità della persona e del lavoro – il fondamento delle proprie idee e delle proprie proposte, cercando di declinarle nel rispetto della compatibilità economica che, però, non ha più il rango di finalità ma diventa mero vincolo”.

 Molti i temi trattati nel corso del dibattito cui hanno dato il loro contributo esperti come Alberto Brambilla, presidente Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali; Klaus Heeger, segretario generale Cesi, Confederazione europea dei sindacati indipendenti; Antonio Lopes, professore di Economia politica dell’Università degli studi di Napoli-L’Orientale; Stefano Patriarca, esperto del Nucleo tecnico di coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri; Serena Sileoni, vicedirettore dell’Istituto Bruno Leoni. Ha chiuso i lavori Roberto Di Maulo, segretario generale della Fismic-Confsal e vicepresidente designato Confsal per la Cesi.